Acquasparta è un ridente comune della provincia di terni situato sopra un colle a 350 m. s.l.m.; domina la valle del Naia, affluente del Tevere. E' una località di soggiorno grazie alle sue acque minerali, la AMERINO e la FURAPANE.
Alcuni storici avanzano l'ipotesi che Acquasparta sia stata un "pagus" romano lungo la via Flaminia; qui le truppe romane sostavano a rifocillarsi data l'abbondanza di acque.
Le prime notizie di questa città risalgono al 996 quando con Cesi e Sangemini entrò a far parte delle terre Arnolfe (feudo degli Arnolfi per beneficio di ottone I); passò nel 1118 sotto la giurisdizione dell'abbazia di Farfa, nel 1278 sotto quella dei vescovi di Todi e nel 1517 sotto il diretto governo della Chiesa.
Visse le vicende delle lotte tra Guelfi e Ghibellini; subì gravi devastazioni ad opera dei Lanzichenecchi nel 1528.
Nel 1588 fu eretto a Ducato e rimase ai Cesi fino all'estinzione del casato (1880).
DA VISITARE: Palazzo Cesi - La Chiesa romanica di S. Francesco - La Chiesa di Santa Cecilia - La Chiesetta di S. Giovanni de Butris - La Chiesa del Crocifisso.


IN AUTO:




Da nord:
-Uscita A1 Valdichiana
-Raccordo Bettolle-Perugia
-E45 Direzione Terni
-Uscita ad Acquasparta
Da sud:
-Uscita A1 Orte
-Raccordo Terni-Orte
-E45 Direzione Perugia
-Uscita ad Acquasparta
IN TRENO:
Da nord:
-Linea Firenze-Terontola-Perugia
-Linea interna FCU (Ferrovia
Centrale Umbra)
Da sud:
-Linea Roma-Orte-Terni
-Linea interna FCU (Ferrovia
Centrale Umbra)
IN AEREO:
-Aereoporto Regionale Umbro
Sant'Egidio (Perugia)